fondazione mario del monte per la sostenibilità del territorio modenense

Fondazione

La Fondazione raccoglie l'esperienza maturata in dieci anni di attività dell'associazione Mario Del Monte, costituita nel 1995, in memoria del sindaco della città, poi presidente di Legacoop provinciale, scomparso tragicamente nel settembre del 1994.

 

Con l'apporto del prof Sebastiano Brusco e l'impegno di numerosi docenti e ricercatori, in particolare della facoltà di Economia 'Marco Biagi' e grazie alla cooperazione dell'Ateneo di Modena e Reggio Emilia, l'Associazione si è venuta caratterizzando con la produzione annuale del Rapporto sulla situazione economica e sociale della provincia di Modena.

 

L'Associazione ha via via esteso e diversificato i campi di indagine, innanzitutto attraverso la sperimentazione della lettura dell'area vasta modenese dal punto di vista della sostenibilità ambientale sociale, economica e della partecipazione, della formazione e della cultura.

 

Il divario crescente tra allargamento dell'attività e i limiti propri di una associazione ha fatto maturare la necessità e la scelta di passare alla forma della fondazione: un progetto unitario, sostenuto da una istituzionalizzazione snella, in grado di favorire la possibilità di programmi di lavoro pluriennali, di interloquire anche formalmente e collaborare con altre istituzioni e associazioni su specifici progetti di ricerca e formazione e su proposte di interesse generale.

 

Anche sulla base delle indicazioni della attività dell'Associazione, la Fondazione Mario Del Monte per la sostenibilità della città e del territorio definisce gli ambiti integrati della propria attività:

 

a) territorio, ambiente, città dinamiche sociali, economiche, culturali; interazioni tra natura e società, riproduzione del legame sociale, processi partecipativi e decisionali; analisi e verifiche comparate, indicatori e modelli;

 

b) reti, servizi, imprese nell'economia sociale e nelle politiche pubbliche;

 

c) i campi della cultura, della ricerca, della formazione e dell'informazione; scenari e politiche di trasformazione (art 2 dello statuto).

 

La fondazione, che non ha fini di lucro, è promossa dal Comune di Modena, Legacoop, ARCI e CNA, con la partecipazione della Provincia; vede finora la cooperazione dell'Ateneo di Modena e Reggio Emilia ed è in corso di approvazione la collaborazione con i sindacati CGIL, CISL, UIL.

 

L'associazione Mario Del Monte intende continuare ad operare autonomamente, interagendo con l'attività della fondazione, sulla base della riformulazione della propria iniziativa.